AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

 

Il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, modificato dal decreto legislativo 25 maggio 2016, n. 97, ha riordinato gli obblighi di prevenzione della corruzione, pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni delle pubbliche amministrazioni e delle società e gli enti di diritto privato controllati o partecipati da pubbliche amministrazioni.

Nelle sezioni a lato vengono raccolte le informazioni di cui è prevista la pubblicazione, nello schema indicato dal decreto e da s.m.i., a loro volta definiti dall'autorità Nazionale AntiCorruzione, per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche (A.N.AC.).

Tutti i documenti sono scaricabili in formato pdf.

 

 
Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi

 

Criteri e modalità: L'ente non eroga sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici

Atti di concessione: L'ente non eroga sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici

 

 
Servizi Erogati

 

CARTA  DEI  SERVIZI

 

Carta dei Servizi RSA

Carta dei Servizi ADI (servizio attualmente sospeso causa COVID-19)

 

 

CLASS  ACTION

Non vi sono ricorsi in giudizio da parte di titolari di interessi

giuridicamente rilevanti ed omogenei.

 

 

COSTI  CONTABILIZZATI

Con la delibera XI/1298 del 25 febbraio 2019 "Determinazioni in ordine alla certificazione dei costi di ricovero in unità di offerta socio-sanitaria" la giunta della Regione Lombardia ha approvato una riclassificazione dei costi di Scheda Struttura (qui la tabella di sintesi), spostando alcuni costi dai costi misti ai costi sanitari che porta a determinare la deducibilità/detraibilià del 58% delle rette di ricovero per le unità di offerta per anziani e persone con disabilità.

Anno 2018    58% COSTI SANITARI      42% COSTI NON SANITARI

Anno 2019    58% COSTI SANITARI      42% COSTI NON SANITARI

Anno 2020    58% COSTI SANITARI      42% COSTI NON SANITARI

                   Anno 2021    58% COSTI SANITARI      42% COSTI NON SANITARI

 

CRITERI  LISTE  D'ATTESA

 

La Fondazione Pio Istituto "Adelina Nigra", recepita la domanda di ricovero, provvederà in primo luogo a valutare senza ritardo la sussistenza di livelli di urgenza improcrastinabile e commisurati alla disponibilità di risorse strumentali e umane idonee.

I criteri di priorità a favore di casi urgenti e improcrastinabili sono i seguenti:

- Persona sola assoluta o con nucleo familiare non idoneo all’accudimento,

- Grado di comorbilità e instabilità clinica,

- Problemi comportamentali e cognitivi,

- Dipendenza nelle attività della vita quotidiana.

I casi classificati come “urgenze improcrastinabili” hanno la priorità su tutti gli altri, a condizione che il Richiedente sia residente in regione Lombardia. La valutazione delle urgenze è responsabilità professionale del Responsabile Sanitario, il quale può delegarne l’operatività ad altro Medico della struttura. La valutazione deve essere effettuata in forma scritta. Nell’ambito di questi casi, le priorità sono stabilite in base alla data di presentazione della domanda”

Le DOMANDE DI RICOVERO, una volta accettate, verranno inserite in lista d’attesa in ordine cronologico di data (in base al numero di protocollo assegnato).

La gestione delle chiamate per l’ingresso in struttura, valutate dal Responsabile Sanitario, tiene in considerazione i seguenti criteri:

  1. Casi urgenti in base alla tipologia dell’Ospite da ricoverare in base al posto disponibile (RSA o Nucleo Alzheimer, Uomo o Donna)
  2. Tipologia dell’Ospite da ricoverare in base al posto disponibile (RSA o Nucleo Alzheimer, Uomo o Donna)
  3. Ordine cronologico della presentazione della domanda (in base al numero di protocollo) la precedenza è a favore dei Residenti in Sartirana Lomellina da almeno 10 anni.

Sono considerati Residenti in Regione Lombardia gli iscritti da almeno 2 mesi al Servizio Sanitario Regionale Lombardo e ad medico di base della Regione Lombardia.

    

 
Opere  pubbliche

 

L'ente non programma ne realizza opere pubbliche